Curiosità

ADL e la frase sulla Camorra, Comune in coro: “Prendere provvedimenti!”

Le parole di Aurelio De Laurentiis hanno fatto scoppiare un vero e proprio caso nella giunta comunale di Napoli. Il patron azzurro è stato protagonista di un battibecco con l’assessore Borriello, concluso con una frase che più stereotipata non si può: “Se sei di Barra allora sei colluso con la Camorra“. L’ennesima frase di troppo da parte del numero uno del Napoli, che si è attirato le ire di consiglieri comunali, come rivelato da Tuttonapoli. Il presidente della commissione Trasporti Nino Simeone ha espressamente detto:

Domani chiederò al Consiglio Comunale di intervenire per stigmatizzare le parole del Presidente, soprattutto quando parla di Napoli e dei napoletani; perchè ricordo allo stesso ed anche ai più distratti , che Barra è Napoli come lo sono il Vomero e Posillipo. Un atto dovuto, a tutela della stragrande maggioranza dei cittadini barresi che vivono in un quartiere difficile, come lo sono tutti i quartieri di periferia delle grandi città, ma con dignità e soprattutto nel rispetto della legge (…). 

Il capogruppo di Napoli in Comune a sinistra Mario Coppeto è ancora più diretto: 

“L’attacco personale di De Laurentiis a Borriello è vergognoso e lesivo, non solo della dignità personale di Borriello, al quale va la mia stima e solidarietà, ma anche per l’intera città e le sue periferie. ‘Sei di Barra? Quindi hai a che fare con la malavita’. Queste le parole del Presidente del Napoli. Non Ciro, ma l’amministrazione comunale, con in testa il sindaco, dovrebbe agire nei confronti di De Laurentiis, per lesioni alla città (…).

Insomma, se c’era stato un riavvicinamento tra Comune e De Laurentiis per la questione stadio, rischia di crearsi una vera e propria spaccatura fra le parti, l’ennesima in questi anni.

Share:

Lascia un commento