Social

Shock Social! Insulti ad Allan per una foto del figlio, ma i tifosi del Napoli protestano

Non c’è mai limite alla stupidità soprattutto di chi si nasconde dietro una tastiera annoverandosi il diritto di insultare e attaccare chiunque. E quello che è accaduto alla famiglia di Allan ha davvero dell’incredibile. La compagna del centrocampista brasiliano, Thais, ha postato una foto del figlio Micuel con la casacca del Barcellona e un tifoso ha attaccato pesantemente il giocatore del Napoli: “Gli devi far indossare la maglia del Napoli, altrimenti potete andare altrove. Fate le valigie e andate, qui voglio solo persone che hanno a cuore la causa del Napoli“.

Pronta è arrivata la risposta Tahis: “Ma tu chi sei per dire “voglio” e “per me”??? Vai a cercare qualcosa da fare invece di fare tifoso polemico», la risposta di Thais. «Mio figlio ha 7 anni ed è un appassionato del calcio in generale. Vergognati”.

La notizia ha avuto grande risalto anche a livello nazionale e questo non è piaciuto a centinaia di tifosi del Napoli che hanno manifestato  grande solidarietà alla famiglia Allan stigmatizzando l’atteggiamento del tifoso del Napoli autore del messaggio incriminato e puntando il dito contro i media nazionale sempre pronti a risaltare il peggio di Napoli e dei napoletani:

Il tuo commento e la prima notizia su sportmediaset.it, un giornale sciacallo che non perde occasione per infangare Napoli. Aldilà della notizia su Sportmediaset, Spero che quel 97 nel tuo nick rappresenti la tua età, quindi sei ancora giovane ed hai tutto il tempo per diventare uomo. Spero tu ci riesca. Potresti iniziare con delle scuse…. buona giornata”, ha risposto un tifoso.

View this post on Instagram

meu oxigênio, meu primeiro amor ❣️⚽️

A post shared by Thais Valentim (@thaisvmarques) on

 

Share:
Gennaro Punzo

Lascia un commento